Prima Pagina
[Website in English]
Prima Pagina Universit di Sassari

Il progetto

Il progetto didattico si fonda su laboratori di progettazione bimestrali secondo il principio dell'imparare facendo.

Ne consegue una strutturazione dei piani di studio orientata al progetto già dal primo anno, per poter applicare direttamente quanto appreso nelle sezioni teoriche dei corsi. Lo studente acquisisce la capacità di trasformare i concetti appresi in elaborati e si abitua ai ritmi e alle scadenze imposte dall'attività professionale.

Questa organizzazione dei Corsi di laurea, innovativa per l'Italia, nasce da un'attenta analisi e da un'approfondita valutazione delle principali esperienze formative internazionali in relazione al cambiamento sia delle modalità di apprendimento e sia delle attività professionali.

Organizzazione della didattica

Ogni anno è suddiviso in cinque bimestri, nei quali sono distribuiti i crediti formativi universitari (CFU).
L'attività formativa si articola in:

- blocchi didattici progettuali e di approfondimento
- corsi a sviluppo prolungato
- corsi monodisciplinari
- tirocini
- attività a scelta dello studente
- lingua straniera (inglese)
- prova finale

secondo le norme del Regolamento didattico di Ateneo e del Regolamento della Facoltà di Architettura.

I blocchi didattici bimestrali sono coordinati e didatticamente concatenati tra loro in due quadrimestri più uno di approfondimento per primi due anni dei corsi di studio. Sono caratterizzati da un tema progettuale che è elaborato attraverso diverse discipline, scelte tra quelle più importanti per lo sviluppo teorico e pratico del progetto. In ogni blocco e per ogni disciplina sono svolte attività di lezione frontale, esercitazioni e laboratori progettuali integrati con docenti e tutores. Nel corso di tutto l'anno accademico si svolgono inoltre le lezioni dei corsi a sviluppo prolungato e dei corsi monodisciplinari.

Un uso diffuso delle nuove tecnologie caratterizza i programmi del piano di studi, creando un ambiente di studio e di lavoro creativo e permettendo l'apprendimento e l'utilizzo di nuovi strumenti professionali. Il calendario degli esami si articola in tre sessioni: alla fine di ogni blocco, alla fine di luglio e all'inizio di settembre.

Al terzo anno gli studenti svolgono il tirocinio per un periodo variabile dai 3 (CdS triennale classe 4 e classe 7 e Specialistica classe 54/s) ai 6 mesi (CdS Magistrale a ciclo unico classe 4/s). Il percorso formativo prevede un'attività intermedia e finale di tirocinio professionale in Italia o all'estero che è affiancata dalla consueta attivazione di progetti Erasmus. La Facoltà offre un servizio di orientamento al tirocinio che tiene conto degli interessi personali oltre che del percorso formativo di ciascuno studente.

Negli ultimi due anni i blocchi concatenati si fondono in veri e propri quadrimestri progettuali che permettono l'approfondimento necessario in progetti più complessi. Nell'ultimo anno di corso sono previsti laboratori finalizzati alla preparazione dell'elaborato finale o della tesi di Laurea. Questo consiste nella presentazione e discussione di un elaborato finale/tesi (a seconda che si tratti di Laurea o di Laurea Specialistica/Magistrale), accompagnato da un'adeguata rappresentazione e redatto, in maniera originale, dallo studente sotto la guida di un relatore.

La frequenza ai corsi è obbligatoria.



Principi chiave

- “imparare facendo“
non solo tutte le nozioni teoriche acquisite vengono sistematicamente verificate rispetto alla realtà, ma il confronto stesso con condizioni reali diventa ulteriore argomento per sviluppare ragionamenti critici;

– strutturazione dei piani di studio orientata al progetto già dal primo anno
ciò consente di applicare direttamente quanto appreso nelle sezioni teoriche dei corsi: in questo modo può essere acquisita la capacità di trasformare i concetti appresi in elaborati e ci si abitua ai ritmi e alle scadenze imposte dalle attività professionali;

– formazione pluralistica
realizzata sia attraverso l’integrazione di varie discipline su ogni singolo progetto, sia attraverso l’insegnamento di docenti provenienti da diverse istituzioni universitarie italiane ed estere;

– apprendimento delle lingue durante le attività
anche attraverso corsi teorici esclusivamente in lingua inglese; lo scopo è favorire la conoscenza della lingua e del lessico disciplinare;

– attività intermedia e finale di tirocinio professionale in Italia e all‘estero
che si affianca alla consueta attivazione di progetti Erasmus; la Facoltà ha firmato 24 accordi di collaborazione con università europee per un totale di 70 borse Erasmus e 15 accordi di collaborazione accademica internazionale, anche a livello extra europeo, nel campo dei tirocini e della ricerca scientifica e didattica; nell’anno accademico 2006/2007 150 studenti hanno partecipato a tirocini, di cui il 45% all’estero;

– rapporto ottimale tra il numero di docenti e il numero degli studenti
che permette agli allievi di essere seguiti costantemente, anche per la presenza di giovani professionisti e ricercatori in veste di tutores.

– informatica
uso ampio e creativo delle nuove tecnologie sia come ambiente di studio e di lavoro sia come apprendimento e utilizzo di nuovi strumenti professionali.

indietro