Prima Pagina
[Website in English]
Prima Pagina Universit di Sassari

Ilaria Vitellio

EVENTI/CULTURA/CITTA’
Un gioco di arruolamenti creativi
12 febbraio 2009, ore 9.00
Asilo Sella, Aula B primo piano (AIPb)
Lungomare Garibaldi, Alghero

Scuola di Dottorato in Architettura e Pianificazione
Corso "Gli strumenti dell'urbanistica" prof. Francesco Indovina
blocco "crediti liberi" 3°anno PTUA

Nell’ultimo ventennio gli eventi, soprattutto i grandi eventi, si sono presentati per le città come veicoli per il riposizionamento negli scenari globali, volano di nuove immagini esterne capaci di catturare investimenti e flussi turistici e acceleratori di processi di trasformazione urbana. Nella varietà di eventi, in una prima approssimazione, possiamo distinguere gli eventi che per il loro svolgersi trasformano la città e le trasformazioni delle città che diventano evento. Sono due famiglie all’interno delle quali possiamo ricondurre diverse tipologie di eventi e il modo in cui questi concorrono alla trasformazione delle risorse materiali e immateriali della città. Un insieme di prospettive che consente di guardare agli eventi come “fenomeni” attraverso cui le città continuamente progettano il loro futuro.
Si sosterrà che per innescare reali e sostenibili (in efficienza ed efficacia) processi di sviluppo iscritti in orizzonti condivisi e stabili, per garantire il successo al di là dell’evento (della città evento e dell’evento città), per innestare più esteri processi di rigenerazione urbana, bisogna coniugare obiettivi mirati e talvolta puntuali con quelle pratiche rigenerative che usando la narrazione come fattore immateriale lavorano sulla cultura come “energia sociale” da “abilitare” attraverso iniziative di protagonismo diffuso. Considerare la narrazione come processo attraverso cui si attivano e si dinamizzano diffusi percorsi di rigenerazione urbana implica guardare a un rinnovato rapporto tra cultura e città. All’interno di una mappa descrittiva di questo rapporto si delineano alcuni approcci con cui la cultura e in particolare la creatività costituiscono un rinnovato assetto di politiche di rigenerazione urbana. Rimandando alle diverse forme attraverso le quali tali approcci configurano diverse tipologie di interventi (cultur-led regeneration, cultural regeneration, cultur and regeneration), si presenterà un doppio caso di politiche dove arruolamenti creativi intrecciano iniziative volte all’emersione della creatività diffusa con tattiche di creatività urbana.

Ilaria Vitellio, planner, si occupa di governo del territorio e di politiche urbane, guardando a quell’insieme di attività che intrecciano una pluralità di strumenti, di attori e di pratiche. Come campo di indagine privilegia le pratiche di costruzione dello spazio pubblico e il ruolo degli eventi nei processi di rigenerazione materiale e immateriale delle città. Insegna rigenerazione creativa al laboratorio di urbanistica del Corso di laurea magistrale di Architettura - Restauro e fa parte della redazione della rivista CRU (Critica della Razionalità Urbanistica)



File allegati

vitellio ( seminario_vitellio.pdf 164.43 KB )